alpdue.jpgalpuno.jpgbike.pngescursionismo.jpgsciuno.jpg
Decrease font size Default font size Increase font size

Anello del Civetta

Il percorso segue tratti dell’ Alta Via Dolomiti n.1 nella zona che collega il gruppo del Pelmo con quello del Civetta e Moiazza, tra le Dolomiti di Cadore più belle, aggirando il poderoso gruppo del Monte Civetta.

ITINERARIO ESCURSIONISTICO:


1° GIORNO: L’escursione inizia da Passo Staulanza a m 1766 e segue quasi costantemente il percorso dell'Alta Vai n.1 delle Dolomiti , quella classica, in due tappe molto belle e panoramiche .Lungo il sentiero 568 si raggiunge la Casera Vescovà , il sentiero diventa 556 che sale al Rifugio Coldai a m.2132 , sul Lago di Coldai. Poi si inizia a costeggiare la mitica parete Nord-Ovest del Civetta , la “Parete delle Pareti”!!!: è lunga 6 km e alta sino a m. 1250 di dislivello che gli alpinisti nella storia hanno affrontato aprendo vie molto
impegnative; è uno spettacolo ammirarla anche dal lato più comodo, cioè da basso, come faremo noi, con il sentiero 560 che la affianca tutta.
Poco prima della Forcella del Col Rèan si devia per salire al Rifugio Tissi (m 2250) del CAI di Belluno, per il pernottamento, il rifugio è in bellissima posizione panoramica sul Col Rèan, con vista stupenda sul Lago di Alleghe e sugli imponenti gruppi della Marmolada, Sella, Lagazuoi ,Tofane , Dolomiti Ampezzane, Pelmo.
DISLIVELLO: salita circa m 700, discesa m 200, con un percorso piuttosto lungo.TEMPO: ore 4.30c c.a.

2° GIORNO :Dal rifugio si scende, riprendiamo il sentiero 560 e si inizia l’accerchiamento a Ovest del gruppo. Si giunge dopo circa due ore al Rifugio Vazzoler a m 1774, immerso nel bosco, in vista della Torre Trieste. Si segue il 555 , poi 554 che aggira il massiccio della Moiazza , in saliscendi. Salita alla Forcella del Camp a m 1933, da cui appare la bastionata principale della Moiazza. Si scende poco per poi salire ancora verso il Rifugio Carestiato a m 1834 e da qui per comoda mulattiera in breve arriviamo al Passo Duran dove ci attende il pullman .
DISLIVELLO: salita: 550 m. discesa : 1300 m , percorso lungo in saliscendi. TEMPO di ore 7.30 c.a.

L’escursione non presenta particolari difficoltà , solo qualche saliscendi lungo sentieri ghiaiosi ma è lunga, quindi richiede buon allenamento. Gli organizzatori si riservano di apportare modifiche all’itinerario in base alle condizioni meteo e del gruppo.
ABBIGLIAMENTO: da alta montagna con cambio leggero, obbligo di scarponcini da montagna , vivamente consigliati anche i bastoncini da trekking, anche per superare qualche tratto ancora innevato. Portare il sacco lenzuolo. Un cambio completo da lasciare in pullman, due pranzi al sacco ed acqua nella borraccia.
Note : Il costo per il rifugio è di 42 euro per i SOCI CAI (portare tessera)

Joomla templates by a4joomla