alpdue.jpgalpuno.jpgbike.pngescursionismo.jpgsciuno.jpg
Decrease font size Default font size Increase font size

Monte Cadria 2.254mt Lago di Ledro

 

Presenta due facce del tutto differenti: il versante sud, per lo più ampio e prativo, contrasta con quello settentrionale roccioso. E’ l’unica cima, in questo settore, a godere di una certa notorietà; eppure non è salita troppo spesso a causa di una via normale assai lunga.

Dal Rifugio al Faggio 963m prendiamo il sentiero 414b che risale al Dos de Lomar 1550m dove incrociamo il 452 che ci porta alla Sella di Lomar 1600m e con il 414 ci permette di arrivare alla Bocca de l’Ussol 1879m. Si prosegue per il sentiero 455/Sentiero della Pace che si mantiene sempre nelle vicinanze del filo di cresta, deviandone solo per evitare gli appicchi rocciosi della Roccia Campei. Si incontrano numerose vestigia del primo conflitto mondiale: trincee e grotte scavate nella roccia. Questo tratto del percorso presenta saliscendi più pronunciati, in particolare per scavalcare il Corno Gui, Roccia Campei e La Roda 2169m, dopo la quale si scende alla Bocchetta di Tortaval 1948m. Inizia ora l’ultima ripida salita, che in ambiente splendido tra rocce e ripidi canali conduce alla vetta del Monte Cadria 2254m. Si inizia a scendere seguendo le indicazioni per Malga Vies. Al primo bivio sotto la cima, si prende a sx per rimanere sulla cresta. Al termine si scende a dx verso Malga Cadria, che non si raggiunge, per scendere a sx la stradina fino a Malga Vies 1555m. Ora si continua lungo a careggiata che ci riporta sulla strada della Val dei Concei dove al mattino abbiamo lasciato un automobile che ci permette di ritornare al parcheggio del Rifugio al Faggio.

 

Punto di partenza: Parcheggio Rifugio al Faggio 963mt. Punto di arrivo: Monte 2.254mt. Tempo di percorrenza: Circa 8 ore. Dislivello: Circa 1.300 mt. molti saliscendi

Livello di difficoltà: EE Sentiero escursionistico con alcuni tratti esposti Attrezzatura: Nessuna attrezzatura alpinistica.

Album foto QUI

Joomla templates by a4joomla